Prev Next

Festa Beata Elena Enselmini al Monastero del Noce

 7 novembre: il monastero del noce in festa per la compatrona beata Elena

» Leggi tutto

La Voce dei Santuari Antoniani

"La Voce dei Santuari Antoniani" è un semplice foglio mensile fronte-retro che si può trovare all'ingresso del Santuario della Visione,...

» Leggi tutto

Adorazione al Noce

Proposta di un'ora di preghiera in ASCOLTO, ADORAZIONE e SILENZIO in comunione con le Sorelle Clarisse Ogni secondo Giovedì del mese ore 21.00 Santuario del Noce 

» Leggi tutto

I Miracoli e il Volto Santo di Gesù

E' stata allestita una nuova pagina web dedicata al grande polittico "I miracoli e il volto santo di Gesù", donato al...

» Leggi tutto

29 - Il pubblicano di nome Levi


29-LeviPubblicano-300Colori caldi per rappresentare la chiamata di Matteo all’origine Levi il contabile.
Quest’ultimo colto a pesare le monete (sono vere) appare quasi ridesato dopo un lungo sonno. La Chiusura di Matteo è sottolineata dai molti poster di sé stesso appesi al pilastro di sinistra. Ciò contrasta con tutta quella spazialità, quella luce presente alle sue spalle è c Gesù con un’offerta che non può definire ma allo stesso tempo lo attrae senza riserve. 
È da notare un piccolo fiore blu nella tasca dell’evangelista significa che ognuno di noi ha un talento nascosto da sviluppare.
   Emanuele Longato


Donata Montanari

Nata e residente a Piacenza, ha frequentato, dopo la maturità scientifica, il corso di illustrazione presso l'Istituto Europeo di Design di Milano. Ha scritto libri e collabora con varie case editrici (La Coccinella, Fabbri, Mursia, Bompiani). I suoi libri sono stati pubblicati in numerosi paesi stranieri. Tiene laboratori sulla fiaba presso il centro "Casa Morgana" di Piacenza e altri laboratori di pittura presso scuole elementari.

Lc 5,27-32
Dopo questo egli uscì e vide un pubblicano di nome Levi, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi!». Ed egli, lasciando tutto, si alzò e lo seguì.
Poi Levi gli preparò un grande banchetto nella sua casa. C'era una folla numerosa di pubblicani e di altra gente, che erano con loro a tavola. I farisei e i loro scribi mormoravano e dicevano ai suoi discepoli: «Come mai mangiate e bevete insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Gesù rispose loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori perché si convertano».


© 2017 SANTUARI ANTONIANI - Camposampiero (PD)  |  Privacy & Cookies

Area riservata